Caricamento in corso ...
 
Rosso
Azzurro
Grigio
Verde


Tutto ciò che circonda l’abito

Scarpe
Puoi scegliere una décolleté con tacco a cono, a campana, a rocchetto, a spillo, l’importante che non sia troppo alto oppure può andar bene anche un sandalo. Adesso non ci sono più regole rigide, la moda è cambiata. Abbi premura di ritirare le scarpe almeno quindici giorni prima delle nozze, così puoi indossarle in casa.

Calze
La tonalità il più possibile vicina a quella del vestito e delle scarpe possono essere anche autoreggenti ma finissime e impalpabili. Perché se le indossi troppo coprenti evidenzi troppo la caviglia, se le prendi trasparenti le gambe potrebbero contrastare con il colore dell’abito.
Se hai scelto un abito bianco indossa calze di tonalità latte, se hai un abito panna calze avorio.
Durante la prova finale dell’abito portale con te e provane di diverse sfumature per vedere meglio l’effetto.
Ricordati di acquistarne almeno due paia e il giorno della cerimonia un paio affidalo a una sorella o a un’amica, per qualunque imprevisto non puoi permetterti di trovarti impreparata quel giorno.

Guanti
Stanno diventando sempre più importanti, li puoi portare corti a coprire il polso, al gomito o anche più lunghi; li puoi far realizzare dello stesso tessuto dell’abito oppure anche in raso, seta, capretto, tulle, pizzo, cotone. Un accorgimento è comunque di rigore: se ti sposi d’estate in pizzo o in tulle, se ti sposi nella stagione invernale in raso o capretto e non ti dimenticare, dopo l’ingresso in chiesa, di sfilarli e appoggiarli accanto al bouquet sull’inginocchiatoio.

Velo
Se te lo dona la famiglia perché apparteneva alla nonna o alla bisnonna dovrai scegliere un abito che lo valorizzi, altrimenti è il contrario, la scelta del velo, tiene conto del vestito. Generalmente in tulle con pizzo, se vuoi anche di velluto, bordato con lo stesso tessuto dell’abito, in chiffon, a soggetto con mughetti, rose o farfalle, a strascico oppure a campana, se riesci ad accostarlo bene al vestito ti donerà una nota di dolcezza in più. Se lo scegli molto lungo però, tieni presente che dovrai avere delle damigelle che lo sorreggono altrimenti sarai in difficoltà.
Appena giungerai all’altare lui ti svelerà e lentamente ti aiuterà a sistemarlo sulle spalle, poi durante il ricevimento lo toglierai del tutto.
Il velo si presenta in diversi modelli e lo si sceglie in base all’abito nuziale:

- a voliera: molto corto, si porta davanti al viso fino all’incontro con lo sposo. Sarà lui ad alzarlo e a sistemarlo sulle spalle; ideale per abiti corti, spose minute e look sbarazzino;

- sulle spalle: è il classico velo corto e può presentarsi a più strati;

- a cappella: per abiti lunghi e semplici, presenta dei ricami nella parte finale. In occasione di matrimoni formali, forma lo strascico. E’ rinforzato da sottoveli e parte dall’acconciatura. Ideale per spose alte;

- a cattedrale, imponente, molto lungo, fino a tre metri, ma in matrimoni solenni o regali può superare questa lunghezza. Le damigelle che lo sorreggono sono d’obbligo. Con uno strascico così lungo, il matrimonio assume un tono formale e molto elegante, celebrato di mattina,  per cui lo sposo dovrebbe indossare, insieme a papà, fratelli e testimoni, il tight.

Borsetta
No, in chiesa non la portare! Nelle tue mani dovrai avere solo il bouquet.
Se ti sposi in municipio, allora fa eccezione; tailleur pastello e borsetta in tinta.
La trousse per il trucco, le calze di riserva e quant’altro ti potrà servire li affiderai alla mamma, alla sorella o ad un’amica, loro li custodiranno in caso di necessità.

Cuscinetto Porta fedi
Lo puoi far confezionare nello stesso tessuto dell’abito, seta, organza, raso, cotone, velluto, lino, pizzo francese, con inserti in macramé, e valenciennes. Se ti senti hi-tech, estremamente tecnologica lo puoi scegliere anche in pvc. Le forme quelle che preferisci: a cuore, ovale, Rotondo, quadrato. Va affidato a un testimone del tuo sposo, che deve, prima della cerimonia, consegnarlo al sacerdote.

Gioielli
Durante la cerimonia le mani dovrai averle libere da anelli per ricevere e mettere in risalto la fede. Se desideri puoi indossare l’anello di fidanzamento al ricevimento. Indossa, invece un sottile girocollo in platino o di perle e orecchini di diamante.

Tradizione
Il giorno del tuo matrimonio non rinunciare al buon augurio della tradizione. Cerca di indossare: qualcosa di nuovo e fin qui non avrai sicuramente problemi, qualcosa di vecchio potrebbero essere gli orecchini, qualcosa di blu fatti cucire un nastrino all’interno del vestito, qualcosa di prestato fatti dare un fazzolettino dalla mamma.

    Oggi domenica 25/10/2020 ricorre
    S. Bonifacio I papa

    scorpione
    Auguri ai nati sotto il segno dello scorpione