Caricamento in corso ...
 
Rosso
Azzurro
Grigio
Verde


E’ meglio prevenire che curare

Premesso che nessuna normativa vigente prescrive lobbligatorietà di accertamenti medici prima del Matrimonio, sono in numero sempre maggiore le coppie interessate ad iniziare un rapporto più profondamente cosciente e consapevole, anche sotto laspetto sessuale e genetico, e che pertanto si rivolgono ad un consultorio pubblico o privato per richiedere la consulenza prematrimoniale.

La visita prematrimoniale consiste in una serie di accertamenti clinici atti a verificare lo stato di salute generale della coppia e la possibilità di concepire figli sani.

COME SI FA

Innanzitutto il medico procede allanamnesi di entrambi gli Sposi, cioè si fa la storia fisiologica e patologica di ogni soggetto, con particolare riguardo alla situazione familiare: consanguineità, presenza di familiari affetti da malattie ereditarie, frequenza di aborti spontanei nelle donne della famiglia, presenza di portatori di determinate malattie, ecc.

In base alle notizie raccolte si effettuano una serie di accertamenti che saranno di routine per le coppie che non presentano particolari problemi ed invece molto specifici per le coppie che, durante lanamnesi, hanno rivelato la presenza di fattori di rischio.

ANALISI

Normali analisi del sangue e delle urine per entrambi gli Sposi: servono a stabilire lo stato generale di salute;

Fattore RH, la cui determinazione è molto importante; se la donna è RH negativo ed il futuro marito RH positivo esiste il rischio che, qualora venga concepito un feto RH positivo, si possa creare unincompatibilità tra il sangue della madre e quello del bambino.
In questo caso sarà dovere della coppia far controllare scrupolosamente dal proprio medico di fiducia landamento delle gravidanze e dei parti, in maniera da prevenire linsorgere di complicazioni.

Reazione Wasserman: serve ad escludere la presenza di uninfezione sifilitica latente od ignorata;

Toxo-test e Rubeo-test (per la donna) : servono a stabilire se la futura mamma è immune da rosolia e se è portatrice di toxoplasmosi: due malattie che possono rivelarsi molto pericolose per il feto se contratte in gravidanza. Qualora la donna non avesse contratto la rosolia durante linfanzia e pertanto non ne fosse immune, si consiglia la vaccinazione anti-rosolia. Da tener presente per di evitare il concepimento per almeno quattro mesi dalla data di vaccinazione.

Le analisi che vengono prescritte alle coppie a rischio sono generalmente il cariotipo, che serve a stabilire lo stato del patrimonio genetico dei soggetti, e la microcitemia, che permette di scoprire la presenza di unanomalia che causa lanemia mediterranea o microcitemia.
Questa particolare forma di anemia è molto diffusa in Italia: infatti circa il 3% della popolazione ne è portatrice.

l portatore di microcitemia non ha particolari problemi, soprattutto se ne è informato e se a sua volta informa il medico curante; la gravità di questa anomalia si manifesta quando due portatori (uomo e donna) si sposano e concepiscono. In questo caso essi hanno la probabilità del 25% di dare vita ad un bambimo affetto da talassemia major o morbo di Cooley, unanemia gravissima che conduce alla morte prima delladolescenza.

VISITE

Ginecologica per la donna. Preceduta da un colloquio durante il quale il ginecologo interrogherà la paziente sulla data della comparsa delle prime mestruazioni (menarca), sulla regolarità del ciclo, su eventuali malattie a carico degli organi riproduttivi e sugli interventi chirurgici eventualmente subiti a questo riguardo. Segue la visita allapparato sessuale ed al seno.
Se il ginecologo lo riterrà opportuno, potrà chiedere alla Sposa di sottoporsi ad esami particolari quali il pap-test (da effettuare regolarmente ogni due anni) , lanalisi microbatterica delle secrezioni vaginali, la colposcopia, ecc.

Andrologica per luomo. Anchessa preceduta da un colloquio tra medico e paziente volto a scoprire eventuali disfunzioni ormonali o sessuali, malattie veneree, infiammazioni a carico dei vari organi riproduttivi, malattie che, contratte durante linfanzia possono aver compromesso le funzioni dellapparato genitale. Alla visita vera e propria si fa seguire lanalisi del liquido seminale che serve a determinare la capacità fecondante dello sperma.

In questa sede i futuri Sposi possono chiedere informazioni e consigli sui diversi sistemi anticoncezionali e sulle relative applicazioni.

La visita prematrimoniale pu anche essere completata da colloqui con specialisti in psicologia e sessuologia, qualora la coppia esprima timori e dubbi sulla regolarità della propria vita sessuale. Questo tipo di consulenza viene prestata agli Sposi individualmente o congiuntamente, a seconda dei casi.

Ovviamente la tutela della salute personale e di quella della prole futura non possono esaurirsi con la sola visita prematrimoniale, bensi è necessario, ed auspicabile, che la coppia si sottoponga con regolarità a controlli periodici che richiedono un impiego di tempo minimo rispetto ai vantaggi che questo tipo di prevenzione pu dare.

    Oggi domenica 25/10/2020 ricorre
    S. Bonifacio I papa

    scorpione
    Auguri ai nati sotto il segno dello scorpione