Caricamento in corso ...
 
Rosso
Azzurro
Grigio
Verde


Regole e galateo per il pranzo

Sapete senz’altro che il banchetto nuziale per eccellenza è il pranzo! E’ sempre il preferito dagli sposi che amano la tradizione, il più “gettonato” dalle coppie che vogliono organizzare un banchetto da favola ricco di allegria e molto scenografico. A partire dagli addobbi della sala, dei tavoli, alla loro disposizione… ogni singolo dettaglio deve essere volto a creare un’atmosfera festosa, tipica dei grandi avvenimenti. E il vostro matrimonio è un grandissimo avvenimento!

All’ingresso della sala, su un leggio o un tavolino, c’è il libro degli ospiti, che ognuno può firmare e personalizzare con frasi augurali. Gli invitati si dispongono a sedere secondo uno schema ben preciso, almeno i parenti più stretti. Gli ospiti sono raggruppati per età, parentela e affinità.

Anche se non amate i posti obbligati vi consiglio di fissare ugualmente tre tavoli per gli ospiti più anziani o per quelli di riguardo: una certa disposizione va rispettata. Sono comunque utili e raffinati i segnaposti per ciascun invitato, inoltre se procurate l’elenco degli ospiti a un vostro fratello o cugino, penserà lui ad accompagnarli a sedere e presentare chi non si conosce.

Veniamo al servizio, che può avvenire in tre modi diversi, scegliete quello che vi sembra più opportuno:

per i pranzi più tradizionali e formali, i camerieri servono tutte le portate e gli invitati attendono seduti l’arrivo delle vivande; oppure il personale serve il primo piatto ai tavoli, mentre per i secondi e i dolci è allestito un buffet dove gli ospiti si servono a piacere; infine, tutte le vivande sono a disposizione sui tavoli da buffet. Nella seconda pagina trovate tutti i tipi di servizi e i tipi di ricevimento.

IL MENU

Un menu completo prevede un aperitivo iniziale, con vini frizzanti e stuzzichini salati, uno o due primi, uno o due secondi, in questo caso pesce e carne, intervallati da un sorbetto al limone o alla frutta per sgrassare la bocca, e torta nuziale e caffè o amaro.

GRAN FINALE
Anche se la torta nuziale è la protagonista fra le ottime proposte dei menù, non è detto che sia l’unico dolce presente: se volete, dopo il taglio, potete offrire altre “dolcezze”: per esempio un buffet di pasticcini, biscotti, mousse al triplo cioccolato, spumoni, meringhe, bavaresi, crostatine…torte paradiso con la crema, tirami su, gelati e macedonie. Infine frutta fresca di stagione e fiori per decorare il tutto, disposti a tralcio o a piramide, in ghirlande che si rifanno ai ricami delle tovaglie.

BRINDISI
E’ arrivato il momento di brindare alla vostra felicità e alla nuova vita insieme: dopo il taglio del dolce gli invitati vi augurano ogni bene sollevando i calici festosamente, alla vostra salute. Lo champagne demi-sec o moscato spumeggia dalle bottiglie e dai bicchieri; si può anche pasteggiare a champagne o spumante, dagli aperitivi e antipasti in poi, per arricchire ulteriormente il banchetto e conferire al tutto un’atmosfera unica ed elegante. Qualche consiglio su come servirli: freddi ma non ghiacciati (temperatura ideale: fra gli otto e i dieci gradi), indicati a qualsiasi ora si svolga il ricevimento, lo champagne si gusta in flute o calice a tulipano, il moscato italiano predilige la coppa. In ogni caso i bicchieri devono essere brillanti e trasparenti, per esaltarne il colore.
Dopo c’è il lancio del bouquet, se non è avvenuto davanti alla chiesa: le tue amiche nubili faranno a gara per prenderlo! Se vuoi regalarlo alle amiche del cuore lo puoi dividere in piccoli mazzolini, avranno un bel ricordo.

L’ultima cosa da fare è offrire i confetti agli invitati, salutare tutti i presenti, un bacione a mamma e papà, poi di corsa verso la macchina che vi porta direttamente all’aeroporto o nella vostra casa: comincia una nuova vita insieme!

SEGNAPOSTI E MENU’
Non dimenticateli, danno quel tocco di classe in più al vostro matrimonio! La cura dei particolari è importantissima, lo sapete bene. I menù devono essere completi, in stile con le partecipazioni; sopra ci sono i vostri nomi, la data del gran giorno, il luogo dove si festeggia, la carta dei vini, gli antipasti, i primi piatti, i secondi e contorni, formaggi, frutta, dolci e torta nuziale, praline e caffè! La stampa dei menù varia secondo lo stile delle nozze: per quelle classiche e tradizionali si preferisce il corsivo inglese, di colore scuro (grigio o seppia), su carta setificata o tagliata a mano, o su cartoncino decorato da una serie di cuoricini e ghirlande. I menù di solito si mettono all’ingresso della sala su un leggio o in mezzo ai tavoli; potete anche far stampare menù più piccoli simili alle partecipazioni e metterli sui piatti degli invitati.
I segnaposti si scrivono a mano con inchiostro di china scuro (sempre grigio o seppia), su carta tagliata a mano, e riportano il nome dell’invitato. Se avete rapporti formali, ad esempio con i colleghi di lavoro o con i superiori, specificate anche il cognome senza però mettere titoli onorifici, accademici, o professionali. I segnaposti vanno posizionati vicino al piatto, in alto a destra, o sul piatto insieme al tovagliolo. Tenete a portata di mano qualche segnaposto in più, quelli degli ospiti che non sanno se possono partecipare o no fino all’ultimo momento: per qualsiasi evenienza sarete pronti!

Oggi domenica 25/10/2020 ricorre
S. Bonifacio I papa

scorpione
Auguri ai nati sotto il segno dello scorpione